Samhain

Scaccio quel pensiero e mi riconcentro sul sentiero. Ieri sera, come mio solito, chiudo il piccolo gruppo. Le foglie secche arrivano quasi a metà polpaccio. Una via di mezzo tra un cuscino e una sabbia mobile. Siamo rumorosi, nel silenzio assoluto della vallata. Quel rumore avrebbe attirato l’attenzione di qualcuno. O di qualcosa. A un certo punto, una candela accesa collocata su una maestà ci conferma che qualcun altro, poco prima di noi, è transitato di lì. Stavamo scendendo. Tutto bene, quindi…

Pubblicità